Colocci - Il gusto di antichi sapori
Torna alla pagina precedente

Vino Bianco

Vini Bianchi delle Marche: dalla tradizione alla vendita online

I vini bianchi marchigiani sono vini della tradizione. Già da molti anni il Verdicchio spicca tra i vini italiani nel mondo, ma ce ne sono molti altri che, attraverso l’impegno delle cantine marchigiane, stanno ottenendo ottimi risultati. Bianchello, Verdicchio, Falerio, Pecorino, Passerina e molti altri. Vi proponiamo anche una selezione di vini Biologici. Vini di tutta la regione con particolare attenzione al territorio della provincia di Pesaro-Urbino. Troverete i vini delle cantine più rinomate e in ascesa: Guerrieri, Terracruda, Morelli, Fiorini, Bruscia e molto altro.

Imposta ordine discendente

Griglia Elenco

Pagina:
  1. 1
  2. 2
per pagina
  1. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "SCIANGO" IGT MARCHE BIANCO

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "SCIANGO" IGT MARCHE BIANCO

    CANTINA: LA MONTATA

    La selezione delle migliori uve di antico trebbiano, quelle dal colore più dorato, passa in piccole botti di legno per un breve periodo dove “ lavora “ sulle fecce fini per costruirsi un profumo intenso e persistente.
    La tradizione vuole che questo vino su legno sia morbido e armonico, un vino importante espressione di un territorio difficile da interpretare per i vini bianchi...creato su misura per la cucina del Montefeltro.

    Va servito a temperatura di 14° in calici di media ampiezza per apprezzarne al meglio le sue qualità. Vinificazione e affinamento: Le uve bianche di Trebbiano e Biancame e di più varietà in piccola parte vengono pressate e lasciate riposare a bassa temperatura per 24 ore, poi, vengono mandate in fermentazione direttamente in barrique, segue la svinatura, la maturazione avviene su legno per 6/8 mesi circa con travasi e lavorazione sulle fecce fini settimanale. Segue la decantazione a freddo e la messa in bottiglia.

    Le Uve: Trebbiano e Biancame Colore: Giallo paglierino carico, limpido.
    Profumo: Di fiori, fruttato, di mela, intenso.
    Sapore: Asciutto, persistente.
    Servizio: Calici ampi a 14°. Abbinamenti: Primi piatti al tartufo, pesce, carne bianca, insaccati, formaggi.

    Per saperne di più
    € 73,80

    CHIAMA PER ORDINARE

  2. 6 BOTTIGLIE PECORINO DI OFFIDA DOCG PONTEMAGNO

    6 BOTTIGLIE PECORINO DI OFFIDA DOCG PONTEMAGNO

    Il vitigno di antica coltivazione nel Piceno è stato riscoperto da alcuni produttori negli ultimi anni.

    Si presta molto bene ad essere vinificato congiuntamente ad altre uve bianche per le sue proprietà di conferire struttura,acidità e tenore alcolico.

    Nella doc Offida la nostra azienda lo vinifica in purezza

    UVE IMPIEGATE:Pecorino 100%

    TERRENI:Medio impasto tendente all'argilloso tra i 200 e 350 metri di altitudine nei comuni di Castel di Lama,Offida e Cossignano.

    CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE:Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli profumo intenso con sentori floreali,frutta gialla matura ed una buona nota di mineralità

    ACCOSTAMENTI GASTRONOMICI: fresco alla temperatura di 12-13° va degustato con antipasti,primi piatti,formaggi freschi e naturalmente cucina marinara.

     

    Per saperne di più
    € 64,90

    CHIAMA PER ORDINARE

  3. 6 BOTTIGLIE VINO "TERRE DI SAMPAOLO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC SUP

    6 BOTTIGLIE VINO "TERRE DI SAMPAOLO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC SUP

    CANTINA: PIERSANTI Vitigno: 100% Verdicchio Classico Superiore Origine: Uvaggio appartenente alla zona più classica del Verdicchio. Aspetto: Colore giallo paglierino con sfumature verdognole che tendono al dorato con la maturazione. Profumo: Intenso di frutta esotica matura, tende al mandorlato con la maturazione. Gusto: Possente e straordinariamente equilibrato, unico nel genere. Gradazione alcolica: 13% Vol. Abbinamenti consigliati: Affettati, carni bianche, antipasti e primi piatti di pesce, pietanze piccanti, sushi. Per saperne di più
    € 51,90

    CHIAMA PER ORDINARE

  4. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "BACNERO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC SUP

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "BACNERO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC SUP

    CANTINA: PONTEMAGNO Categoria di appartenenza:Classico Superiore DOC Vitigno:Verdicchio 100% Produzione:Il mosto viene ottenuto selezionando solo i grappoli migliori di Uva Verdicchio tramite la raccolta in cassetta se vendemmia tardiva, pressatura soffice, fermentazione lenta a bassa temperatura e successiva permanenza sulle fecce. Affinamento per 6 mesi in vasca d’acciaio. Vendita annata in corso o annata antecedente. Aspetto:Colore giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Profumo:Delicato, fragranza persistente di frutta, con l’invecchiamento assume caratteri complessi, floreali e mandorlati. Gusto:Gusto intenso e deciso con tendenza amarognola, che può raggiungere risultati ancora migliori con l’affinamento in bottiglia. Abbinamenti consigliati:Antipasti, carni bianche (più o meno elaborate), carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Ma è soprattutto con il pesce, i crostacei e i molluschi che vi è lo “sposalizio” d’elezione. Buono, anche, con le ricette più elaborate della ucina tipica marchigiana che richiedono un vino di forte personalità. Per saperne di più
    € 42,00

    CHIAMA PER ORDINARE

  5. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "ORI DI VERDICCHIO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO "ORI DI VERDICCHIO" VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Verdicchio 100%. Profumo: Delicato, fragranza fresca e persistente di frutta e fiori, sentore di mandorle amare. Gusto: Gusto intenso e deciso con tendenza amarognola, che può raggiungere risultati ancora migliori con l’affinamento in bottiglia. Gradazione alcolica: 13,5% Vol. Abbinamenti consigliati: Si può affermare che tutti i piatti della cucina mediterranea trovano soddisfazione dall’accostamento con uno dei “verdicchi”: antipasti, carni bianche (più o meno elaborate), carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Ma è soprattutto con il pesce, i crostacei e i molluschi che vi è lo “sposalizio” d’elezione. Buono anche con le ricette più elaborate che richiedono un vino di forte personalità. Età ottimale: Si conserva bene per due e addirittura tre anni, anche con breve passaggio in botti di legno. Per saperne di più
    € 52,80

    CHIAMA PER ORDINARE

  6. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC "ANFORA"

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC "ANFORA"

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Verdicchio 85%. Possono concorrere altri vitigni autorizzati a bacca bianca nella misura del 15%. Aspetto: Colore giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Profumo: Delicato, fragranza fresca e persistente di frutta e fiori, sentore di mandorle amare. Gusto: Gusto equilibrato persistente con leggero retrogusto amarognolo caratteristico del verdicchio Abbinamenti consigliati: Si può affermare che tutti i piatti della cucina mediterranea trovano soddisfazione dall’accostamento con uno dei "verdicchi": antipasti, carni bianche, carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Ma è soprattutto con il pesce, i crostacei e i molluschi che vi è lo "sposalizio" d’elezione. Buono anche con le ricette più elaborate che richiedono un vino di forte personalità. Storia: I filari di questo antichissimo vitigno autoctono si distendono sulle colline che fiancheggiano il fiume Esino. Al centro dell’area, chiamata Castelli di Jesi, sorge la città, l’antica Aesis, colonia romana di probabile origine umbra. La storia di Jesi, questo il nome odierno, si intreccia con quella dei suoi Castelli, e in particolare con Cupramontana, piccolo borgo nato attorno all’antico tempio dedi-cato a Cupr a, dea della ricchezza e dell’opulenza, in onore della quale si tenevano riti propiziatori innaffiati da quel vino bianco tanto apprezzato nell’antichità, antenato del Verdicchio. La sua fama era arrivata anche ad Alarico, Re dei Visigoti, il quale nel 410 d.C., attraversate le Marche per stringere d’assedio Roma, caricò 40 muli con barili di Verdicchio. Si sa che Alarico riteneva "nessuna altra cosa al mondo migliore di questo vino per mantenere la salute e stimolare la forza dei suoi soldati". Età ottimale: Va consumato preferibilmente fra la fine del primo anno e quello del secondo. Vini provenienti dalle zone più soleggiate e ventilate, tutt’altro che rari, hanno maggiore longevità e più carattere: si conservano bene per due e addirittura tre anni, anche con breve passaggio in botti di legno. Per saperne di più
    € 27,00

    CHIAMA PER ORDINARE

  7. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO VERDICCHIO CASTELLI JESI DOC

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Verdicchio 85%. Possono concorrere altri vitigni autorizzati a bacca bianca nella misura del 15%. Aspetto: Colore giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. Profumo: Delicato, fragranza fresca e persistente di frutta e fiori, sentore di mandorle amare. Gusto: Gusto equilibrato persistente con leggero retrogusto amarognolo caratteristico del verdicchio. Abbinamenti consigliati: Si può affermare che tutti i piatti della cucina mediterranea trovano soddisfazione dall’accostamento con uno dei “verdicchi”: antipasti, carni bianche (più o meno elaborate), carni bollite, funghi, tartufi, fritti di verdure. Ma è soprattutto con il pesce, i crostacei e i molluschi che vi è lo “sposalizio” d’elezione. Buono anche con le ricette più elaborate che richiedono un vino di forte personalità. Storia: I filari di questo antichissimo vitigno autoctono si distendono sulle colline che fiancheggiano il fiume Esino. Al centro dell’area, chiamata Castelli di Jesi, sorge la città, l’antica Aesis, colonia romana di probabile origine umbra. La storia di Jesi, questo il nome odierno, si intreccia con quella dei suoi Castelli, e in particolare con Cupramontana, piccolo borgo nato attorno all’antico tempio dedicato a Cupr a, dea della ricchezza e dell’opulenza, in onore della q uale si tenevano riti propiziatori innaffiati da quel vino bianco tanto apprezzato nell’antichità, antenato del Verdicchio. La sua fama era arrivata anche ad Alarico, Re dei Visigoti, il quale nel 410 d.C., attraversate le Marche per stringere d’assedio Roma, caricò 40 muli con barili di Verdicchio. Si sa che Alarico riteneva nessuna altra cosa al mondo migliore di questo vino per mantenere la salute e stimolare la forza dei suoi soldati”. Età ottimale: Va consumato preferibilmente fra la fine del primo anno e quello del secondo. Vini provenienti dalle zone più soleggiate e ventilate, tutt’altro che rari, hanno maggiore longevità e più carattere: si conservano bene per due e addirittura tre anni, anche con breve passaggio in botti di legno. Per saperne di più
    € 28,20

    CHIAMA PER ORDINARE

  8. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO FALERIO DEI COLLI ASCOLANI DOC

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO FALERIO DEI COLLI ASCOLANI DOC

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Trebbiano dal 20 al 50%, Passerina dal 10 al 30%, Pecorino dal 10 al 30% e possono concorrere, fino ad un massimo del 20%, altri vitigni a bacca bianca non aromatici. Vista: Colore giallo paglierino tenue. Quando si anticipa la vendemmia per ottenere vino particolarmente fresco di profumi e vivace acidità si notano sfumature verdi. Profumo: Vino lievemente profumato, odore fresco di pomacee verdi e fiori di acacia e pesco. Gusto: Il sapore è secco, sapido armonico e leggermente acidulo. Abbinamenti consigliati: Antipasti, minestre e primi piatti marchigiani. Ottimo anche come aperitivo. Storia: La millenaria storia del Falerio dei Colli Ascolani è già scritta nel nome, tipicamente romano, del vino che deriva dall’antica città di Faleria. Il Falerio dei Colli Ascolani, rimane la testimonianza vivente della fama che fin dai tempi della Roma Imperiale avevano i vini del Picenum. Le colline tra Falerone e Fermo, dove oggi si distendono i vigneti del Falerio, hanno visto il battesimo delle armi del famoso filosofo e oratore romano Cicerone che, a soli 18 anni, partecipò nelle armate di Pompeo Strabone alla battaglia persa dai romani contro l’esercito Piceno. Negli archivi del comune di Fermo si sono trovati cenni al vino di Faleria risalenti al XIII secolo. Per saperne di più
    € 24,60

    CHIAMA PER ORDINARE

  9. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO BIANCHELLO DEL METAURO DOC

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO BIANCHELLO DEL METAURO DOC

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Prevale il vitigno Bianchello (Biancame). Può concorrere il vitigno Malvasia fino ad un massimo del 5%. Origine: La zona di produzione comprende le colline prospicienti la valle del Metauro in provincia di Pesaro-Urbino, Aspetto: Colore giallo paglierino con sfumature verdi. La freschezza e vivacità del pr imo periodo accentuano visibilmente la trasparenza e i riflessi vincenti. Profumo: Odore tenue, delicato e abbastanza persistente. Ricorda la frutta fresca ed i fiori bianchi primaverili. Gusto: Sapore secco, fresco, armonico e gradevole. Abbinamenti consigliati: Predilige molluschi, crostacei e pesci a tendenza dolce, crudi o in delicate cotture marinaresche. Esiste un rapporto armonico fra alcuni menù di pesce e la sua vivacità. Le sfumature fra il paglia e il verde, il corpo delicato che dall’impatto morbido volge al secco con stimoli freschissimi e netti, esaltano il gusto e la fraganza salsoiodica del pescato vivo. Ottimi gli abbinamenti con nasello e passera, bolliti o passati sulla br ace, appena umettati di olio extra-vergine del luogo. Si accosta bene con piatti semplici di carni bianche a tendenza dolce (petto di pollo, coniglio), con minestre o paste delicatamente condite. Storia: La nascita del Bianchello sembra risalire a qualche secolo avanti Cristo, per merito forse degli Etruschi; la sua diffusione ed affermazione nella valle del Metauro è storicamente comprovata sin dal 500 a.C. Si legge in Tacito, che il vino locale, dunque il Bianchello, fu la principale causa della sconfitta di Asdrubale nella famosa battaglia del Metauro. Originariamente conosciuto come Biancame, il Bianchello del Metauro dal 1969 ha assunto il marchio DOC, entrando così a far parte della famiglia dei vini DOC regionali. È il vino dei giovani, brioso, salutare, esige compagnia, genera amicizia scarica la fatica psico-fisica. Un sorso appaga come nessuna bevanda. Per saperne di più
    € 28,20

    CHIAMA PER ORDINARE

  10. 6 BOTTIGLIE VINO BIANCO IGT MARCHE "PERLATO"

    6 BOTTIGLIE VINO BIANCO IGT MARCHE "PERLATO"

    CANTINA: PONTEMAGNO Vitigno: Malvasia, Trebbiano e Verdicchio Aspetto: Colore giallo paglierino tenue Profumo: Fruttato con sentori floreali Gusto: Gusto secco sapido ed armonico Abbinamenti consigliati: Piatti a base di pesce, carni bianche, antipasti e primi piatti. Ottimo come aperitivo. Per saperne di più
    € 22,20

    CHIAMA PER ORDINARE

Imposta ordine discendente

Griglia Elenco

Pagina:
  1. 1
  2. 2
per pagina